No al pensiero unico gender, sì al confronto rispettoso

Home » News/Attualità » 

   Versione per la stampa

Solidarietà alle “Sentinelle in piedi”

L’Alleanza Evangelica Italiana esprime solidarietà alle “Sentinelle in piedi” che, nei giorni scorsi, sono state aggredite ed insultate in varie città d’Italia nel corso di manifestazioni pacifiche e silenziose organizzate per attirare l’attenzione sugli eventuali rischi derivanti dall’introduzione di un legge liberticida sull’omofobia. Tali manifestazioni delle “Sentinelle” sono state partecipate anche da evangelici che hanno così voluto esprimere il loro sostegno alla promozione di una vera cultura all'insegna di un reale pluralismo.

Come sostiene il documento AEI del 21/7/2013, “in una società laica e plurale, deve essere riconosciuto a tutti il diritto di pensare e di esprimere le proprie convinzioni, anche in materia di orientamento sessuale. La legge non può impedire che alcuni cittadini, associazioni, chiese e gruppi sociali chiamino “peccato” e pertanto denuncino come immorale un comportamento che la loro fede e la loro coscienza ritiene tale. Il punto sta nel creare le condizioni per un dibattito pubblico che può essere aspro, ma sempre rispettoso delle persone, di tutte le persone, ma senza sanzionare chi la pensa diversamente dall’ideologia del ‘politicamente corretto’”.

Stiamo invece assistendo alla criminalizzazione mediatica e a forme di linciaggio violento nei confronti di chi si oppone al pensiero unico in materia di genere e crede ai valori del rispetto delle persone e nell'importanza della famiglia come nucleo primario della società. Gli evangelici che si riconoscono nei valori dell’Alleanza Evangelica desiderano contribuire al bene della società in una direzione di pieno riconoscimento del pluralismo e di piena libertà di parola. Dopo essere stata vittima di un’ideologia religiosa di stato, l’Italia corre il rischio di piombare in un’ideologia di genere imposta per legge. A farne le spese è la possibilità di una società plurale in cui le diverse visioni si confrontino senza criminalizzazioni. Questo è il contributo che la minoranza evangelica vuole dare alla discussione in corso, anche attraverso il sostegno all’azione delle “Sentinelle in piedi”.

Roma, 9 ottobre 2014

Alleanza Evangelica Italiana
www.alleanzaevangelica.org
ufficio.stampa@alleanzaevangelica.org